*CLASSICO* Le Orme “Canzone d’amore” – 1976 –

Le Orme sono un gruppo considerato, insieme alla Premiata Forneria Marconi e al Banco del Mutuo Soccorso, il più rappresentativo in Italia del genere rock progressive
Questo nome descrive proprio la progressione del rock che diventa così,da musica di puro intrattenimento a un genere che richiama la musica classica, il jazz e che produce opere vere e proprie o brani che possono durare anche più di mezz’ora
Quasi stupisce che tanta arte e creatività arrivi da Marghera, località vicina a Venezia nota soprattutto per l’ attività commerciale del suo porto.
E invece proprio lì alla metà degli anni ’60 è nato un gruppo che aveva inizialmente scelto di chiamarsi “Le Ombre”, in omaggio agli inglesi Shadows, ma poi si sono ribattezzati “Le Orme”, per non passare da ubriaconi perchè “ombra” in lingua veneta significa anche “bicchiere di vino”
La formazione base delle Orme è formata da Aldo Tagliapietra al basso, chitarre e voce, Tony Pagliuca alle tastiere e Michi Dei Rossi alla batteria,
La loro è una carriera lunga ma che non è stata per niente facile, se è vero che infatti a metà degli anni ’70 erano molto famosi e stimati anche all’estero grazie ad album importanti come i due dischi d’oro “Uomo di pezza” del ’72 e “Felona e sonora” del ’73, nel nostro paese hanno per lunghi periodi faticato ad avere visibilità proprio perchè non disposti a cedere a compromessi con le case discografiche.
Le loro canzoni, con eleganza e sempre musicalmente raffinate, hanno spesso parlato di argomenti tabù o descritto situazioni spesso poco rappresentati nelle canzoni italiana.
“Gioco di bimba” un loro grande successo del ’72 parla di un abuso sessuale a danni di una ragazzina, “Morte di un fiore” descrive gli effetti devastanti della droga, “Era inverno” ci porta nel mondo della prostituzione.
Le Orme in tutti questi anni non hanno mai smesso di suonare, anche cambiando parecchie formazioni ed esplorando tutto il possibile compreso tra la musica più colta, quella classica, da camera e il Festival di Sanremo dove sono andati due volte, nell’ 82 e nell’ 87. Invece nel 2007 il cantante e dj Alessio Bertallot ha rifatto “Canzone d’amore”, un loro pezzo uscito come singolo nel 1976 e che ha visto Le Orme partecipare,con successo, anche al Festivalbar.
Noi oggi ci ascoltiamo la loro bella versione originale

Precedente Gemitaiz (Feat. Coez) "Davide" Successivo Post Malone, il nuovo cowboy della musica